Dov’è finito l’arcobaleno?

Cercando il termine “varietà” sul dizionario dei sinonimi e contrari di Alice, si ottiene questo stupefacente risultato: “riviste, cabaret, avanspettacoli, variété”.
A rifletterci bene, la cosa è sorprendente, ma fino a un certo punto. È la conferma che ormai viviamo nella società dello spettacolo. Tutto fa spettacolo.
Ma dov’è finita quella varietà che significa l’essere vario, cangiante, stupirsi della mutevolezza delle cose?
Dov’è finito l’arcobaleno?
Facebook Comments

Autore: Geppe Inserra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *