Gli Ipogei di Foggia approdano sul blog del Sole 24 Ore

Gli ipogei di Foggia, tesoro nascosto e purtroppo non valorizzato quanto sarebbe il caso, finiscono su Nòva, il blog del Sole 24 Ore che si occupa di scienza, tecnologia e creatività.
Ne ha scritto Giovanni de Paola, giornalista che lavora a Bruxelles, raccontando i processi evolutivi dell’Europa e dell’Unione Europea. Citando Antoine de Saint-Exupéry  (“L’essenziale è invisibile agli occhi”), il blogger osserva che “a Foggia i preziosi tesori del territorio sono nascosti sottoterra” e racconta la visita nelle viscere del capoluogo dauno, che ha effettuato accompagnato da quell’impareggiabile cicerone che è Franca Palese, punta di diamante dell’Associazione Ipogei che da anni lavora per la riscoperta e la valorizzazione di questa straordinaria risorsa foggiana.
“Colpiscono le dimensioni di questi spazi sotterranei, un vero e proprio mondo nascosto – si legge nell’articolo -. I numerosi dettagli architettonici di epoca medievale sembrano confermare una connessione con il Palazzo Imperiale di Federico II, la sua residenza urbana qui a Foggia in cui l’Imperatore soggiornava durante i mesi più freddi dell’anno.”
L’articolo, che potete leggere interamente qui, è accompagnato da un album fotografico molto bello e dettagliato.  Fa riflettere su quanto potrebbe essere strategica la valorizzazione di questo tesoro che giace nel sottosuolo, per arricchire l’offerta culturale ed anche turistica della città: “L’entusiasmo di Franca e la sua capacità di tener desta l’attenzione con aneddoti e richiami storici rendono questa visita speciale e fanno riflettere sul patrimonio purtroppo poco valorizzato della città di Foggia. L’associazione Ipogei – conclude de Paola – sta crescendo e le visite da parte di scolaresche sono ormai consolidate. Si apre la strada anche ad un nuovo turismo non solo diretto alle bellezze naturalistiche del Gargano, ma anche alle bellezze urbane.”

Facebook Comments

Autore: Geppe Inserra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *