Oggi la festa delle Madonne di Kalena e di Ripalta: in regalo acquerelli e immagini d’arte digitale

L’acquerello dell’Abbazia di Kalena (Peschici)

Come avevamo promesso, la collezione di acquerelli e foto d’arte che Lettere Meridiane sta regalando per festeggiare i 7.000 iscritti alla pagina facebook del blog, si occupa oggi delle Madonne che vengono festeggiate in Capitanata l’8 settembre, giornata in cui la Chiesa celebra la Natività della Vergine Maria: la Madonna di Kalena a Peschici e la Madonna di Ripalta, a Cerignola.
La processione che porterà oggi i peschiciani dalla Chiesa Madre alla ex Abbazia di Kalena ha un particolare valore, sia religioso che culturale. Per diversi anni la tradizionale festa non si era più svolta, per lo stato di degrado e di abbandono in cui versa l’abbazia, da tempo di proprietà privata.
Kalena è un posto straordinariamente ricco di storia, di bellezze architettoniche e di suggestione, ma gli sforzi che in questi anni sono stati condotti, in primis dall’Associazione Martella, per recuperare questo gioiello e restituirlo alla pubblica fruizione, sono andati fino ad oggi frustrati.

L’Abbazia di Kalena

La processione è quindi un modo importante per testimoniare che la comunità cristiana di Peschici non ha dimenticato la sua abbazia, e che non verranno meno gli sforzi per sottrarla ad un destino segnato dall’incuria e dal disinteresse.
L’immagine, elaborata su una fotografia originale fornita da Teresa Maria Rauzino (grazie) riguarda proprio i resti dell’antica Abbazia, che non ha perduto il suo alone di fascino e di maestà.
Potete scaricarla in una doppia versione: quella acquerellata e quella con disegno a tratto.

L’acquerello della Chiesa della Madonna di Ripalta (Cerignola)

Anche i fedeli di Cerignola s’inchinano oggi ai piedi della loro patrona, la Madonna di Ripalta, la cui icona, secondo la leggenda, venne ritrovata sulle rive dell’Ofanto. Ignari del valore spirituale ed artistico del quadro, quelli che l’avevano trovato lo utilizzarono per battervi il lardo o secondo un’altra versione per farne legna da ardere. A quel punto dal legno sgorgò del sangue e si gridò al miracolo. Nel luogo del rinvenimento venne costruito un tempio (o più precisamente si riadattò un edificio adibito in precedenza a culti pagani), che è quello che potete scaricare, in versione acquerellata.
Trovate qui sotto i relativi collegamenti, assieme a quello che riguarda il primo acquerello della collezione, relativo alla Chiesa delle Croci, che a causa di un problema tecnico è risultato difficile da scaricare. Trovate sotto il link corretto.
Madonna di Kalena, versione acquerellata
Madonna di Kalena versione disegnata
Madonna di Ripalta
Chiesa delle Croci

Facebook Comments

Autore: Geppe Inserra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *