Per non dimenticare, una poesia di Bruno Caravella sui bambini di Auschwitz

Per non dimenticare. Per tenere sempre alta e vigile la guardia verso il pericolo, tutt’altro che remoto, di un ritorno di quel clima di intolleranza, odio, razzismo e di disumanità che innescò la Shoah.

Per celebrare il Giorno della Memoria, Lettere Meridiane ha curato la realizzazione di una videopoesia di Bruno Caravella, dedicata alla vittime più inermi ed innocenti della immane tragedia, i bambini.

Tre bambini ad Oswiecim è il titolo della lirica, intensa, forte, da leggere anche con il cuore e con l’anima.

Oswiecim è il nome originale, polacco, di un luogo tristemente noto per le atrocità che vi si sono consumate: Auschwitz.

Qui sotto il video. Guardatelo. Amatelo. Condividetelo. Ma soprattutto, non dimenticate.

Facebook Comments

Autore: Geppe Inserra

1 commento su “Per non dimenticare, una poesia di Bruno Caravella sui bambini di Auschwitz

  1. “…uno è un delitto divino” può sembrare esagerata ma è forse la più vera e profonda, che nessun prete e nessun Papa sapranno mai giustificare.
    Grande prova di coraggio del grande Bruno Caravella. (m.d.t.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *