Ripartire da Europa, solidarietà e democrazia (di Michele Perrone)

Le ideologie possono anche essere tramontate, ma gli ideali, i valori, quelli no. Restano risorse essenziali per costruire il futuro. Ed è proprio ripartire dai valori la proposta che viene avanzata dall’associazione FoggiaInsieme. Da valori fondanti ed inalienabili come l’Europa, la solidarietà, la democrazia, che sono al centro di un incontro promosso dall’associazione, che si svolgerà venerdì 22 febbraio prossimo, con inizio alle ore 18.00, a ParcoCittà (parco San Felice, via Rovelli, Foggia).

Introdotti dal coordinatore di FoggiaInsieme, Michele Perrone, avvocato, discuteranno sul tema Tonino Coppola, esponente del mondo cattolico, Davide Leccese, scrittore, già preside del Liceo Classico Lanza, e Antonio Russo, dirigente nazionale delle ACLI. A coordinare e moderare i lavori il giornalista Geppe Inserra.

Di seguito le riflessioni sull’argomento dell’avvocato Perrone, che illustra le ragioni che hanno spinto FoggiaInsieme a promuovere la qualificata ed interessante iniziativa.

* * *

FoggiaInsieme si incontra a ParcoCittà per discutere di  politica. Precisiamo che non si tratta di una riunione elettorale o di partito. Intendiamo parlare di contenuti perché consapevoli che un partito, un movimento, un’associazione, non possa prescindere dall’interrogarsi sulle fondamenta del proprio programma che è elemento essenziale per presentarsi alla gente. E quando parliamo di fondamenta del programma non intendiamo l’elenco delle cose che ci si propone di  fare, ma ci riferiamo agli elementi portanti della propria proposta politica. Tornare a riflettere sui valori è importante, in un momento come questo, in cui  il principale partito di opposizione sta celebrando un congresso che sa di ricostruzione, mentre le forze di maggioranza sono impegnate nell’occupazione di ogni spazio di potere (vedi CONI, Banca d’Italia, CONSOB, Parlamento), nell’evidente tentativo di rafforzare la propria posizione elettorale andando incontro ai desiderata del popolo, senza preoccuparsi della tenuta economica del  Paese. Rileviamo tutti che in questo momento nel nostro Paese stanno venendo meno alcuni valori che noi giudichiamo fondanti, sostituiti da altri che ritenevamo superati dalla storia. Quei valori vanno riproposti, magari rielaborati e rivisitati, non abbandonati. E ne abbiamo focalizzati tre, ma siamo consapevoli che se ne  potrebbero aggiungere molti altri. I valori dei quali discuteremo sono Europa, Solidarietà e Democrazia perché ci pare che siano i più contestati, i più attaccati.

Discutere di Europa, rielaborare i modi della partecipazione: una riflessione critica sull’Europa è necessaria, pensare di uscirne è follia.

Ritenere la solidarietà concetto obsoleto ci pare un ritorno ad  ideologie del passato che molti mali hanno prodotto: limitarla solo a determinate categorie di soggetti ci sembra rinunciare al concetto di umanità.

Infine Democrazia, ovvero il collante che cementa il vivere civile. Un paese in cui chi la pensa difformemente non è un contraddittore ma un nemico, è un paese senza prospettiva, senza futuro, senza libertà. Un paese in cui non c’è confronto, in cui le colpe sono di chi ha governato prima ed i meriti di chi sta governando non è un paese con un avvenire. Ecco perché crediamo che sia utile, necessario confrontarsi, ecco perché crediamo che questo sia il modo giusto per rivendicare forte la nostra identità.

Michele Perrone

Facebook Comments

Autore: Geppe Inserra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *