Battute e calembour al ritmo di gossip

Anche questa settimana, la “striscia” del nostro disegnatore satirico in versione solo testo, Madetù, è impreziosita dalla divertente vignetta di Nicola Cardone. Per quanti non avessero letto il commento con cui Maurizio De Tullio ha presentato la collaborazione che si è instaurata con Cardone, riproponiamo il testo: “Nel ringraziare Geppe Inserra per le belle parole che sovente mi dedica, oltre che per questo ampio spazio settimanale che mi mette a disposizione ormai da quasi due anni, devo precisare meglio la novità di questa settimana (il commento si riferisce alla “striscia” della scorsa settimana, n.d.r.). Se possibile, ogni sabato troverete qui, in “Riso alla foggiana”, una vignetta a tutta pagina. La firmiamo in due: io, per la parte testuale e Nicola Cardone, per il disegno. Oggi, come vedete, l’esordio ufficiale. La firma che appare in alto a destra è Cardet ma non è quella del bravissimo Nicola Cardone ma è una sorta di crasi tra i nostri due cognomi: Car(done)Det(ullio). Vorremmo diventare una coppia… di fatto, col permesso delle rispettive mogli, perchè Nicola è bravissimo nel disegnare e illustrare ma meno nel trovare i testi giusti mentre difetto nel disegno ma riesco meglio nel creare testi e calembour. L’idea che abbiamo abbozzato già un anno fa è quella di pubblicare un libro con le mie battute illustrate dal grande Nicola. Ci riusciremo? La strada è tracciata. Che Cardet sia con voi. E col nostro spirito. (m.d.t.)”

Ed eccovi la striscia di questa settimana. Come sempre, buon divertimento e buona domenica.

*  *  *

ZETE

Salvini ha ricordato che da piccolo ci restò male quando gli rubarono il pupazzo di Zorro.
Da allora è legatissimo alla mitica zeta di Zotico.

ESTINTORI DI POLEMICHE

Al Policlinico di Roma una guardia giurata ha spaccato la testa a un clochard con un estintore.
Aveva provato a spegnere le polemiche su questa storia dell’intolleranza degli italiani coi migranti.

SALVINI STAKANOVISTA

La polemica sulle perduranti assenze di Salvini dal suo ufficio al Viminale sono davvero pretestuose. A differenza dei suoi predecessori, lui è perennemente al lavoro. Provate voi a farvi 500 selfie al giorno, 50 tweet all’ora e 350 dirette facebook alla settimana.

PARAGONI IMPROPRI

Il caso della anziana professoressa di Palermo, sospesa per 15 giorni perché i suoi alunni avevano fatto un video in cui accostavano Salvini a Mussolini, tiene ancora banco.
Effettivamente accostare Salvini a Mussolini è improprio. Mussolini parlava a folle oceaniche, Salvini a folle mediterranee.

LAVORO, FAMIGLIA & CASA

Salvini effettivamente pensa molto ai problemi del lavoro, della famiglia e della casa.
Lavoro = invece di stare al Ministero ha un gran lavoro da fare nel girare l’Italia per fare comizi e selfie.
Famiglia = si fidanza un giorno sì e l’altro pure ma nessuna fidanzata pensa a metter su famiglia con lui.
Casa = non sa come cazzo fare per sloggiare CasaPound dal palazzo occupato abusivamente da anni a Roma.

ALLERTA ROSSA

In Emilia Romagna c’è allerta rossa. Era ora.

UOMINI E FIUMI

In Emilia esonda il fiume Savio. Danni enormi all’agricoltura e problemi nei trasporti.
Il fiume è certamente Savio. Sono gli uomini a non avere capito niente della vita.

TETTE

La Isoardi in una intervista ha rivelato che quando era fidanzata con Salvini in privato parlavano di quote latte.
Salvini è proprio un timidone. Per arrivare a toccarle le tette aveva bisogno di partire da lontano.

 

Facebook Comments

Autore: Maurizio De Tullio

  1. La vignetta molto bella e con le tue battute ricercate formate una bella.. coppia complimenti Madetu’

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *