Corti ma grandi. Il cinema di Lorenzo Sepalone

Il merito grande del cinema di Lorenzo Sepalone, ciò che rende unico questo autore nel panorama dei giovani cineasti emergenti, è la sua capacità di rendere epica la vita quotidiana, raccontandola con un approccio del tutto minimalista, senza effetti speciali, ma nello stesso tempo non soltanto realistico.
Nei piccoli gesti, negli sguardi più che nelle parole, nell’impegno di tutti i giorni, Lorenzo ritrova e racconta la poesia profonda della vita, suggerendo, a chi guarda i suoi film, che vale sempre la pena viverla, anche quando è intrisa di dolore, di rimpianto, di nostalgia.

Lettere Meridiane ha dedicato a Lorenzo Sepalone e ai suoi cortometraggi una puntata evento della trasposizione televisiva del blog Lettere Meridiane, in onda tutti i giovedì, sul canale 272 di SharingTv, dopo il telegiornale delle 20.45. Intervistato da Geppe Inserra, il pluripremiato cineasta foggiano racconta i suoi lavori e i suoi progetti, tra cui il docufilm dedicato alla tragedia di viale Giotto. Nel corso del programma viene presentato l’ebook che raccoglie tutte le recensioni pubblicate dal blog sulle opere di Sepalone, che gli amici e i lettori di Lettere Meridiane possono scaricare cliccando qui.
L’ebook raccoglie le recensioni scritte da Geppe Inserra, legato a Lorenzo Sepalone da antichi e fraterni rapporti di amicizia e di stima, nati nell’ambito del Festival del Cinema Indipendente di Foggia, di cui Inserra è stato fondatore e per molti anni animatore.
Del movimento creativo e cinematografico sviluppatosi attorno al Festival, Sepalone è una delle espressioni più interessanti e promettenti, a dimostrazione che quando c’è volontà, rigore, impegno si riesce a produrre cinema di qualità anche nella cosiddetta periferia.

Qui sotto la puntata evento della edizione televisiva di Lettere Meridiane. Buona visione.

Facebook Comments

Autore: Geppe Inserra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *