Il bambino dal cuore granata, una videopoesia di Bruno Caravella

Il 4 maggio del 1949 l’Italia viveva la più grande tragedia sportiva di tutti i tempi. L’aereo che trasportava la leggendaria squadra del Torino di ritorno da Lisbona, si schiantò contro la collina di Superga.

L’impatto provocò la morte di tutti quanti si trovano sul velivolo: 31 persone, tra cui giocatori, dirigenti, equipaggio e giornalisti.

In occasione del settantesimo anniversario, Bruno Caravella, poeta, musicista, animatore culturale, ha dedicato, con la sua consueta sensibilità, una poesia al tragico evento raccontandolo con lo sguardo di un bambino: Sandro Mazzola, figlio di Valentino, capitano del grande Torino.

La cosa che più colpisce dei versi struggenti di Bruno è l’innocenza che li pervade, il sincero dolore del bambino che sarebbe a sua volta divenuto un grande calciatore, ma che quel tragico impatto rese orfano e improvvisamente adulto, mettendolo drammaticamente di fronte alla vita.

Lettere Meridiane ha realizzato una videopoesia, che potete guardare qui sotto.

Facebook Comments

Autore: Geppe Inserra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *