La grande lezione politica, morale e intellettuale di Michele Pistillo

“Credo di essermi impegnato nel mio lavoro per passione, e perché figlio di braccianti. È inutile girarci attorno, è un elemento che conta e che pesa, anche se tanti figli di non braccianti, specie a San Severo, sono venuti al movimento comunista, a quello socialista, al movimento democratico e popolare. Però l’origine conta, e pesa. Basta guardare i dati di fatto, per esempio, le condizioni di vita. Quando Allegato ci ha ricevuti la prima volta, mentre ci chiedeva cosa pensavano dell’Unione Sovietica, passò un vecchio compagno che andava a Cagnano Varano, in bicicletta. Allegato gli dette un plico e capimmo che quel compagno era passato di lì a prendere del materiale che avrebbe portato nel Gargano, cosa che Allegato e Cannelonga facevano tutti i giorni, per costruire sezioni, camere del lavoro, per dare forza al movimento.”

Questa l’intensa testimonianza resa da Michele Pistillo, intellettuale, parlamentare e dirigente comunista scomparso qualche giorno fa, in occasione del suo ottantesimo compleanno, festeggiato con una pubblica manifestazione nella sua San Severo.

Questa grande lezione di passione politica e civile è al centro della video storia realizzata e prodotta da Lettere Meridiane per rendere omaggio alla memoria del grande personaggio, che guidò le Federazioni del Pci di Bari e Foggia, fu deputato, senatore ed europarlamentare, e scrisse numerosi ed apprezzati libri sulla storia del movimento operaio e contadino. 

Il filmato utilizza le riprese effettuate a San Severo il 19 gennaio 2007, immagini di repertorio e rare immagini messe a disposizione da Matteo Carella, tratte dagli archivi di Michele Pistillo, Severino Cannelonga e dello stesso Carella.

Potete guardarlo qui sotto.

 

Facebook Comments

Autore: Geppe Inserra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *