Madetù, di tutto di più

Scintillante e variopinto, il Madetù di questa settimana, con l’attenzione equamente ripartita tra eventi di cronaca nazionale e politica, tanto nazionale quanto locale.

Lo sguardo del nostro disegnatore satirico in versione solo testo non poteva non posarsi sulla campagna elettorale, e sul turno di ballottaggio per l’elezione del sindaco di Foggia, che domani chiamerà alle urne l’elettorato del capoluogo.

Per non turbare la pausa di riflessione che viene imposta nei giorni del voto, rinviamo a lunedì la pubblicazione delle battute di Madetù sui due competitor. Fate il nodo al fazzoletto, perché ci sarà veramente di che ridere.

Non meno divertenti le battute “nazionali” cui dedichiamo l’odierna rubrica, con la scelta della copertina ardua come non mai. L’ha spuntata il micidiale calembour sui “Conti” d’Italia: Giuseppe Conte, il premier, e Antonio Conte, neoallenatore dell’Inter.

Menzione d’onore per Bella Ciao in versione leghista, che giovedì prossimo potrete ascoltare, interpretata dalla viva voce dell’autore, nella versione audio delle rubrica satirica, in onda al termine della edizione televisiva di Lettere Meridiane (canale 272 di SharingTv, dopo il telegiornale delle 20.45).

Buona lettura e buona domenica.

* * *

CARTE

Il noto cantante Marco Carta arrestato per furto di magliette alla Rinascente. Poi rilasciato.

Alla cassa si era difeso dicendo: “Ma io sono Carta!”. E la cassiera: “E io sono igienica”.

CONTI

Conte, un premier dimezzato. Per ora al Governo. Da settembre all’Inter.

PARATE

– Papà, perché il 2 Giugno la Festa della Repubblica si fa con una ‘parata’?

– Per ricordare che prima c’era solo il ‘rigore’.

CARTA CANTA

Accusato di aver rubato sei magliette alla Rinascente, il cantante Marco Carta ha detto nell’interrogatorio che non intende rivelare chi aveva le magliette, per non fare la spia.

Eppure Carta canta.

LE MANI NEI CAPELLI

Ho sentito la pubblicità alla radio: è tornato Cesare Ragazzi. Finalmente gli italiani possono mettersi le mani nei capelli.

SCHERZI DA CONTE

Il Premier Conte ha detto che alle 18.15 a Palazzo Chigi avrebbe detto cose importanti.

È la conferma che finora hanno scherzato.

IL RISVEGLIO DI CONTE

Chiarito il motivo del risveglio comunicativo del nostro Premier.

Giuseppe Conte stava facendo le pulizie di primavera quando, tra le carte, ha ritrovato una comunicazione importante: la nomina a Presidente del Consiglio dei Ministri.

L’OBIETTIVO DI SALVINI

Nel Governo gialloverde tutti contro tutti e Salvini vuole iscriversi all’Università. Il suo obiettivo adesso è prendere Trenta.

DIRITTO

Brunetta insegna diritto all’Università. Meno male sennò chi cazzo lo vede. (Copyright DWC)

RITARDI

Per tutto il casino che c’è in Italia un connazionale s’è buttato sotto il treno. Morto con 4 ore di ritardo. (Copyright DWC)

OSCAR

– Ministro Salvini, è contento per l’Oscar alla carriera alla regista Wertmüller?

– Prima gli italiani!

– Ma la Wertmüller è italiana…

– Prima quelli col nome italiano!

BELLA CIAO, IN VERSIONE LEGHISTA

Roberto Poletti, ex direttore di “Radio Padania”

e primo biografo di Matteo Salvini, sarà il nuovo conduttore di “Uno Mattina”.

La notizia ha destato stupore e per l’occasione abbiamo dedicato una versione ad hoc di “Bella ciao”, rivolgendoci a Luigi Di Maio e a Nicola Zingaretti.

Cantatela sulle note tradizionali di “Bella ciao”.

A Uno Mattina mi son trovato

in casa Rai casa Rai casa Rai Rai Rai Rai

a Uno Mattina appena alzato

ho trovato l’invasor.

O bel Giggino, non portami via

sta bella Rai, bella Rai, bella Rai, Rai, Rai

o Nicolino, portami via

ché mi sento di morir.

E se io muoio da abbonato

o bella Rai, bella Rai, bella Rai, Rai, Rai

e se io muoio da abbonato

voi mi dovete vendicar.

E seppellire lassù in montagna

o bella Rai, bella Rai, bella Rai, Rai, Rai

e seppellire lassù in montagna

sotto l’ombra d’un ripetitor.

MIGRANTI

In Danimarca vince la sinistra che batte nettamente i populisti. E vincono tenendo una linea dura sui migranti.

In Italia il PD ha perso le elezioni combattendo ugualmente i migranti. Ma se l’è presa con quelli che migravano dal PD ai 5Stelle.

SOLDI

Il Ministro Salvini ha detto: “…Non vogliamo andare in Europa a spendere i soldi degli altri”. E ch’ha ragione. Devono finire di spendere prima i 49 milioni di euro.

CANALI

Mediaset trasferisce la sua sede legale in Olanda.

Dai canali italiani a quelli di Amsterdam.

LOVE BOT

Dopo l’idea di lanciare i mini Bot, tornano buoni i rapporti tra Lega e M5Stelle.

Love Bot.

COLUMBRO, IL RITORNO

Marco Columbro, un tempo volto noto sulle reti Mediaset, asserisce di aver avuto già due vite. Nella prima era un cavaliere templare, nell’altra un medico. Nella prossima sarà un malato psicopatico.

Facebook Comments

Autore: Maurizio De Tullio

1 commento su “Madetù, di tutto di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *