Perché è difficile che Mancini approdi a Foggia

Anche questa settimana Madetù è particolarmente prolifico e regala ad amici e lettori di Lettere Meridiane, una doppia edizione della striscia satirica del week end. C’era da aspettarselo. Il ministri dell’interno e vicepremier nonché leader leghista, Matteo Salvini, ha riempito quotidianamente le cronache giornalistiche e televisive mandando in brodo di giuggiole quanti producono satira. Le ormai quotidiane liti che si registrano in seno al governo tra gli “alleati” pentastellati e leghisti hanno fatto il resto. Ed eccovi servita una striscia in cui spadroneggia la politica. Anche se a conquistare la copertina è la battuta sul possibile allenatore straniero del Foggia Calcio… Non perdete la striscia di domani, che ospiterà una deliziosa serie di calembour e amenità varie. Buona lettura.

*  *  *

PARCOMETRI SCANDALOSI

Arrestato il gestore dei parcometri di Foggia. Avrebbe trattenuto i 741.000 euro di monetine prelevate dalle macchinette. Però io lo difendo. Provate voi a portare in banca 100 euro in monetine da 20 centesimi. Figuratevi 741.000.

UN ALLENATORE  STRANIERO PER IL FOGGIA

Il Foggia Calcio ha un nuovo proprietario, l’imprenditore sardo Felleca. Per il nuovo allenatore starebbe per andare in porto uno straniero. Ma è inutile ipotizzare nomi. Prima occorrerà il via libera di Salvini.

VENTI DI BURRASCA

Le ultime previsioni riferiscono di venti di burrasca in tutta la Puglia. Ci risiamo. Quelli del PD cercano di accordarsi sul candidato per le prossime Regionali.

DITA

Il Ministro dell’Interno Salvini tiene la sua conferenza-stampa in spiaggia. E quando i giornalisti di “Repubblica” gli pongono domande precise lui fa come quello che guarda il dito invece che la luna. Forse perché è con quel dito medio che raccoglie milioni di voti.

CLANDESTINO IN MARE

A Milano Marittima c’era un solo clandestino in mare. Il figlio di Matteo Salvini. Si divertiva sulla moto d’acqua della Polizia. Ma il Ministro non lo ha fatto arrestare.

LA MEDAGLIA DI PILATO

La Pilato ha vinto la medaglia d’argento ai Mondiali di nuoto a soli 14 anni.

– Perché hai scelto di fare nuoto?

– Per lavarmi meglio le mani.

LA MACCHINA DEL FANGO

I sovranisti e i leoni da tastiera sono sempre al lavoro: contro il PD, la Boldrini, i buonisti, l’Europa, i migranti e i Rom. Ma perché non fate una bella vacanzina?

Eppure disponete di una superattrezzata e velocissima macchina. Del fango.

IL COMPLEANNO DI TONINELLI

Oggi è il compleanno del ministro Toninelli. Quando gli hanno detto di fare una soffiata sulla torta ha risposto: “Quello che devo dire lo dirò ai magistrati”. (Copyright ReAr)

Astronomi e scienziati si sono espressi: scoperto l’anello mancante tra i pianeti del sistema solare. Per comodità lo chiameranno con una sigla: PD.

IPNOSI

Delicatissima operazione al cervello. Paziente ipnotizzato e senza anestesia. Non vedo però dove stia la novità. Sono anni che esperti di 5Stelle e Lega la praticano agli italiani.

QUELL’ALTRO

Di Maio chiama Salvini “quell’altro”. E lui ribatte: “Non sono quell’altro. Mi chiamo Matteo”. La prima cosa corretta detta da Salvini in un anno di governo.

NONNO SERGIO

Giggino corre di nuovo da nonno Sergio.

– Cosa succede ora?

– Fai smettere Matteo!

– E cosa ti ha fatto stavolta?

– M’insulTAV.

RISSE

Paura per la Ministra della Difesa Elisabetta Trenta, tra gli ospiti insieme al marito, ad una festa di matrimonio a Rocca di Papa. A un certo punto fra tre camerieri è scoppiata una furibonda rissa, a suon di pugni e coltellate. Ma la Ministra non si è scomposta. Tra Salvini e Di Maio è abituata a vedere di peggio.

Facebook Comments

Autore: Maurizio De Tullio

1 commento su “Perché è difficile che Mancini approdi a Foggia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *