In memoria di Piersanti Mattarella

Quarant’anni fa cadeva sotto i colpi di un sicario legato a Cosa Nostra e a gruppi neofascisti, Piersanti Mattarella, presidente della Regione Sicilia.

Docente universitario, cattolico (ebbe incarichi nazionali in seno all’Azione Cattolica), Mattarella si distinse particolarmente per il suo impegno volto a moralizzare la politica e a contrastare i poteri criminali.

Il Procuratore Gian Carlo Caselli, in un’intervista a Repubblica del 12 agosto 1997, ha affermato: “Piersanti Mattarella, un democristiano onesto e coraggioso ucciso proprio perché onesto e coraggioso”.

Lettere Meridiane e Bruno Caravella rendono omaggio alla memoria di Piersanti Mattarella (fratello di Sergio, presidente della Repubblica), con la videopoesia 6 gennaio, basata sui versi scritti  da Bruno Caravella il 3 ottobre 2018.

 

Facebook Comments

Autore: Geppe Inserra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *