Com’era Peschici cent’anni fa

La collezione Loiodice, custodita dalla Biblioteca Provinciale di Foggia “La Magna Capitana” è una preziosa miniera che non smette mai di stupirmi.

Nonostante l’abbia percorsa in lungo e in largo, mi era sempre sfuggita la splendida fotografia del panorama di Peschici che mi piace oggi offrire ad amici e lettori di Lettere Meridiane, che sono molto attenti a queste rarità.

Attenzione, le immagini che illustrano l’articolo sono a bassa risoluzione, per scaricarle alla massima risoluzione possibile usate i collegamenti alla fine del post.

L’autore della foto è anonimo. La didascalia riportata sul retro recita testualmente “Peschici – Piana Gallinella” e mostra com’erano l’abitato di Peschici e la piana sottostante prima del boom turistico che ha radicalmente mutato l’aspetto dei luoghi, a causa dell’intensa antropizzazione.

La data dello scatto è localizzabile tra il 1900 e il 1933. Il toponimo “Gallinella” è oggi quasi scomparso. Lo si ritrova in un testo ufficiale del 1826, indicato quale stazione della linea marittima doganale istituita all inizi dell’Ottocento per sorvegliare la costa, tra Peschici e “S.Menajo”. Deve probabilmente riferirsi alla presenza, nella piana, di Gallinelle d’acqua, volatile diffuso sul Gargano, che predilige le zone paludose o acquitrinose.

È una immagine così bella da rendere superfluo ogni commento. All’epoca, Peschici era veramente isolata dal resto del mondo, o quasi: la strada circumgarganica era stata completata soltanto da qualche decennio, la Ferrovia Garganica era ancora in costruzione.

È possibile che la fotografia sia stata scattata proprio nell’ambito delle attività di documentazione dei lavoro di costruzione della strada ferrata, in quanto nella Collezione Loiodice se ne trovano diverse che si riferiscono ai cantieri della Garganica.

Nella collezione sono comprese circa 200 fotografie raccolte dall’etnografa foggiana, che fondò la sezione tradizione popolari del Museo Civico.

L’originale della foto è stato restaurato digitalmente, mentre la colonizzazione è stata effettuata utilizzando gli algoritmi di intelligenza artificiale di Jason Antic.

A partire da oggi, Lettere Meridiane ospiterà una rubrica fissa dedicata a vecchie foto del Gargano e della Capitanata restaurate digitalmente e colorizzate, nella certezza di fare cosa gradita ai tanti amici e lettori appassionati del genere.

Per scaricare le immagini ad alta risoluzione (1500 X 1000 dpi) utilizzate i link qui sotto. Si aprirà la finestra di Dropbox, dalla quale potete effettuare il download.

Peschici – Piana Gallinella in bianco e nero

Peschici – Piana Gallinella, a colori

Facebook Comments

Autore: Geppe Inserra

1 commento su “Com’era Peschici cent’anni fa

  1. Sono ospite della Puglia e in particolare di Cerignola.Mai avrei immaginato tanta bellezza in questa regione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *