Rivoluzione nei programmi scolastici: si studierà il tempo incerto

Comprendere la realtà non è facile, soprattutto in tempi come quelli che viviamo, in cui scarseggiano le certezze, che durano lo spazio di un mattino. In tempi complessi e bizzarri come questi, la satira è un utile strumento per decifrare quanto accade attorno a noi, e ne è una bella riprova questa puntata di Riso alla Foggiana, che si avvale del contributo di tanti amici della rubrica. Il titolo, che prende spunto da una bella battuta di Palto, così come la copertina (sia quella d’apertura, che quella di chiusura) firmate da Nicola Cardone, si riferiscono alla scuola, più che mai simbolo di vaghezza, se non di precarietà. Ma l’incertezza del presente aleggia su gran parte delle battute e delle fotovignette della puntata, firmate da un Madetù in splendida forma. La satira non riuscirà a rendere più sicuro il nostro futuro, ma se non altro si permette di guardare ai tempi che verranno con maggior leggerezza. E vi sembra poco? (g.i.)

*  *  *

BERLINGUER-ALMIRANTE, GEMELLI DEL GOAL

A Terracina hanno avuto una idea geniale: intitolare una piazza a Berlinguer-Almirante. Poretti, devono essere sicuramente amministratori millennials. Li credono dei gemelli del goal.

SALVINEIDE

SALVINI AL MARE

Salvini si concede una breve vacanza al mare. Torna al “Papeete” e pratica il suo sport preferito: il self.

200 AVVOCATI PER SALVINI

Vicenda Open Arms. Salvini sostiene ci siano ben 200 avvocati che vogliano difenderlo. È la conferma che la crisi economica attanaglia anche i professionisti.

SALVINI RISCHIA L’INELEGGIBILITÀ

Dall’Europa arriva un’allerta per tutti i cittadini italiani: ritirato salame. Ma come fanno a sapere che Salvini rischia l’ineleggibilità?

PORTE CHIUSE AL CALDO AFRICANO

Sta per arrivare in Italia il caldo africano. Salvini denuncia l’ennesima debolezza del nostro Governo. “Fossi io al potere avrei ordinato: porte chiuse”.

SALVINI SMASCHERATO

Matteo Salvini questa volta sarà processato. Ha detto che ci andrà a viso aperto. Ma non nel senso che continuerà a non portare la mascherina. Una volta tanto sarà la Giustizia a smascherarlo.

COMPITI AL TEMPO DEL COVID

Alunno durante compito in classe usa il ‘tempo presente’ e resta contagiato.

BOLSONARO, LA MUFFA E LA CACCA

Il Presidente del Brasile Bolsonaro, sua moglie e un ministro, contagiati dal Covid-19. “Ho la muffa nei polmoni” ha dichiarato.
Quando confesserà ai brasiliani di avere anche la merda in testa sarà la fine di un incubo.

NOVITÀ GRAMMATICAL-SOCIALI

Novità grammaticali. A scuola si studierà il futuro incerto. (Copyright Palto)

IL NIPOTE A QUATTRO ZAMPE DI DUDÙ

Fa discutere nel Parlamento tunisino la vicenda del barboncino bianco giunto in Italia come emigrato. Un deputato del Governo tunisino ha strenuamente difeso l’idea che quel cane è un nipote dell’italiano Dudù.

TG2, CAMERA CON SVISTA

“Porta a porta” al tempo del berlusconismo era considerata la terza Camera. Ora, dopo che il Tg2 filoleghista ha dato la falsa notizia che Matteo Salvini non sarebbe andato a processo, il Tg2 diventa la quarta Camera. Camera con svista.

IL CARABINIERE PROVATO

Giuseppe Montella, uno dei Carabinieri della caserma di Piacenza sul cui capo pendono le accuse maggiori, dopo l’interrogatorio di tre ore si è detto “provato”.
È provato perchè il sistema era ben rodato.

PERCHÉ SI CHIAMA “PIANO SCUOLA”

Si chiama”piano scuola” perché se fosse “veloce” la Azzolina non saprebbe come frenare le cazzate.

BOCELLI NEGAZIONISTA SUL COVID

Convegno dei negazionisti al Senato. Tra gli anticovid, oltre a Salvini e Sgarbi, anche il cantante Andrea Bocelli. Spiace sapere che uno come lui non veda il problema.

UN TRANS CHIAMATO DESIDERIO

La caserma dei Carabinieri di Piacenza sarebbe stata teatro anche di festini sessuali. Una immagine che offusca l’idea che le forze dell’ordine siano generalmente “maschie”, visti i festini con la partecipazione di trans.
Evidentemente era un trans chiamato desiderio.

RIPRISTINO DELLA LEGALITÀ IN ITALIA

Dopo l’arresto dei carabinieri, lo spaccio di droga puó tornare ad essere finalmente gestito dai legittimi spacciatori. (Copyright Nicola Cardone)

VOTO DI GENERE E DISTANZA SOCIALE

La mancata delibera del Consiglio Regionale Pugliese sulla doppia preferenza di genere. Emiliano: “Ci sembrava giusto per mantenere la distanza… sociale!”. (Copyright ReAr)

Facebook Comments

Autore: Maurizio De Tullio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *