Satira strumento di democrazia e di libertà

Appuntamento domenicale con la rubrica satirica di Lettere Meridiane con una novità: una serie di calembour firmati Madetù che gioca su motti, slogan e frasi celebri, in voga durante il ventennio fascista. Non è un modo per scherzare su un periodo così buio della nostra storia ma, al contrario, un modo per non dimenticare. Per capire meglio cosa sono la democrazia e la libertà, conquistate a così caro prezzo. Basta pensare che se queste battute fossero state pubblicate “quando c’era lui”, autore ed editore sarebbero finiti, come minimo, al confino. La satira, si sa, viene vista come fumo negli occhi dai dittatori di ogni latitudine. E allora, bravo Madetù, sorridete con Riso alla Foggiana e buona domenica. (g.i.)

*  *  *

UNO VALE 3

Il Presidente dell’INPS Tridico si è quasi triplicato lo stipendio. Nel Movimento 5 Stelle 1 vale 3.

E SE SI CHIAMAVA QUADRICO?

Il Presidente dell’INPS Tridico quasi si triplica lo stipendio, portandolo da 60 a 150.000 euro. Meno male che non si chiamava Quadrico.

UNA CURA PER I 5STELLE

Fico: “Basta con le lotte intestine!”. Lactobacillus per tutto il movimento. (Copyright Palto)

FITTO MALDIGERITO A FOGGIA

Delusione nel centrodestra foggiano per la netta sconfitta del loro candidato Presidente.
– Come lo vedi Raffaele?
– Nu poch’e Fitt…

LANDELLA BOCCIA “LA CORRIDA”

Dopo l’ultimo episodio di stranieri che aggrediscono Vigili Urbani, il Sindaco di Foggia Landella, ha dichiarato: “Basta migranti allo sbaraglio”. Il modello “La Corrida” non funziona più.

SVENTATO IL RISCHIO IN TOSCANA

– Salvini e la Meloni rischiavano di vincere in Toscana. Pensa il rischio dei toscani!
– E pure delle sigarette senza filtro. Tutti i tipi di tabacchi direi.

PRIMO PIATTO GUSTOSO

Anche in Puglia vince la sinistra. Oggi si pranza con le Emiliane alla Piemontese. (Copyright Palto)

PD E 5STELLE DIVISI SUL MES

Zingaretti accelera: “Ora le riforme e un piano per il Mes”. I 5Stelle frenano: “Ora no. Ne parliamo il prossimo mes”.

SALVINI PERDE PER K.O. TANTRICO

Regionali 2020. Salvini era convinto di vincere 6 a 0, invece ha perso prendendolo in quel posto, delicatamente. In gergo ha subìto un K.O. tantrico.

FRATELLI BIANCHI E L’ORA D’ARIA

Nonostante fossero in isolamento, i fratelli Bianchi, accusati dell’omicidio del giovane Willy, hanno rischiato il linciaggio. Non si erano accorti che l’ora d’aria era ad aria compressa.

IL CAPITANO DIVENTA CAPITONE

“Un sindaco pugliese lo abbiamo già eletto ancor prima del confronto elettorale!”, aveva detto Salvini. Si riferiva al candidato Sindaco di Lesina, Primiano Di Mauro, che infatti correva da solo ma, incredibilmente, non è stato nemmeno eletto. Capita che nella capitale del capitone il Capitano sia capitolato.

SALVINI SFORTUNATO CON LE DONNE

Prima la sconfitta in Emilia con la Borgonzoni, ora in Toscana con la Ceccardi. Al contrario di quel che accadeva con Forza Italia. Le candidate portano sfiga a Salvini. A Berlusconi invece portavano figa.

5 ANNI E 6 MESI

Chiara Appendino, la sindaca 5Stelle di Torino, è stata condannata a 6 mesi per abuso d’ufficio e falso in atto pubblico. La condanna a 6 mesi è una pena lieve. I torinesi li ha condannati invece per 5 anni.

BUIO FITTO

In Puglia la destra ha perso malamente. Ormai è buio. Buio Fitto.

AFFLUENZA BASSA AL VOTO

Affluenza bassa ai seggi. L’età media degli italiani si è alzata ma deve essersi abbassata la statura politica.

I RENZI, IN SERIE C E IN SERIE…TÀ

Renzi jr ingaggiato dalla Pistoiese in serie C. Giocherà di sicuro meglio del padre Matteo, che fa troppi autogol quando gareggia in serietà.

IL CONTAGIO DELLA CULTURA È PERICOLOSO

Gruppo di leghisti entrano per sbaglio in una biblioteca e vengono ricoverati in chirurgia d’urgenza. “Eppure avevamo preso tutte le precauzioni: mai letto un libro, mai comprato un giornale serio, mai entrati in un museo!”.

VECCHIE CANZONI RIVISTE

“Se bruciasse la città”:
I pompieri sciopererebbero

“Uomini soli”:
Canzone dei Pooh preferita da “Pierre”

“Erba di casa mia”:
Marijuana prodotta amatorialmente

SLOGAN FASCISTI RIVISTI
by Madetù

Social e moschetto, fascista perfetto.

Marciare per non marcire. Di trigliceridi.

Molti nemici, molto dolore.

Dio. Patria. Famiglia. Social. Fake news.

Il passato mi esalta con la ricchezza della sua gloria. L’avvenire mi seduce con il fiore delle sue promesse. La mia legge è di andare sempre più oltre, perché la vittoria più bella è sempre quella per cui si deve ancora combattere. Rachele, perchè mi hai svegliato?

Me le frego. Etiopia, Somalia, Eritrea.

A chi l’Aspirina? A noi!

È meglio vivere un giorno da leone a scuola, che cento anni da pecora. Sui social.

Bisogna essere forti, bisogna essere sempre più forti. Coi deboli e gli stranieri.

Diffida di tutto. Non fidarti di nessuno. Diventerai un vero negazionista.

Fra tutti i lavoratori i più nobili e i più disciplinati sono i lavoratori della terra. Specie gli emigrati.

Il lavoro italiano non andrà più a fecondare le terre altrui. Mò, quà, fatcassr i negr.

È solo la Fiat che dà la Tempra alle anime.

La mia ambizione è questa: rendere forte, prosperoso, grande, libero il popolo italiano. Se campo.

I popoli forti sanno guardare in faccia il proprio dentino.

L’Italia fascista può, se sarà necessario, portare oltre il suo tricolore. Abbassarlo mai. A parte Bossi.

L’Italia è un esercito che ha conquistato molte vittorie e molte ne conquisterà nel futuro. Almeno fino al 2006.

I vecchi conti d’Africa sono regolati fino al centesimo. Sono gli africani in Italia che dobbiamo sfruttare fino al centesimo.

Facebook Comments

Autore: Maurizio De Tullio

1 commento su “Satira strumento di democrazia e di libertà

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *