Print Friendly, PDF & Email
No, Pinuccio non è proprio uno che le
manda a dire. Così, il primo video garganico della serie #orotralemani “alla
ricerca dell’oro nascosto del nostro paese. tante cose bellissime e tante altre
che potrebbero esserlo” comincia proprio da uno degli argomenti più discussi
degli ultimi tempi: la lottizzazione di Calenella. Il video fa vedere il
villaggio costruito negli anni Ottanta e poi abbandonato. Poi Pinuccio
intervista lo chef Domenico de Il Trabucco che mostra la preparazione di un
piatto che caratterizza il locale: le lagane col cefalo del trabucco e la sua
bottarga.
Accompagnato dall’inseparabile amico
Sabino, Pinuccio spezza anche una bella grande lancia per salvare l’abbazia di
Kalena che – dice davanti alla telecamera – è un bene privato ma tra la
famiglia e le istituzioni non riescono a mettersi d’accordo e intanto sta
crollando. È una delle abbazie più antiche d’Italia Mettetevi d’accordo. E
intanto noi che possiamo fare? Andiamo sul sito del Fai e votiamolo come luogo
del cuore.”
Nelle ultime sequenze il comico barese
affronta un altro argomento che sta molto a cuore ai garganici: il pericolo
delle privellazioni petrolifere: “Oro tra le mani qua ne hanno assai, però
qualcuno non lo riconosce e che cosa vuole fare? I buchi dentro al mare per
trovare il petrolio.”
Ecco il video. Guardatelo, Amatelo. Condividetelo.

Nel suo blog Amara Terra Mia Domenico Antonacci racconta nei dettagli (e con belle immagini del back stage) del viaggio garganico di Pinuccio e Sabino, stimolato, come abbiamo già scritto da Pino Romondia. “Pinuccio – racconta Antonacci – è stato entusiasta del Gargano,
dei suoi colori, dei suoi sapori (a proposito, grazie ai ristoranti Trabucco da
Mimì e Il Giardino) e di chi lotta per migliorare qualcosa, dal pastore Asso
all’associazione Penelope Argod che gestisce il centro visite di Torre Mileto. Ha colto chiaramente il dolce far niente
di tanti che siedono alle poltrone e ha incitato i giovani incontrati a
resistere e combattere per far valere il proprio diritto al futuro.”

Facebook Comments