Print Friendly, PDF & Email

Avete presente il post di qualche giorno fa, in cui davo notizia della bella iniziativa del Comitato per il Monumento alle Vittime dei Bombardamenti, che avrebbe allestito uno stand nello spazio espositivo di Piazza Giordano, per sensibilizzare la cittadinanza sull’importanza e sulla necessità di un monumento che renda eterna la memoria di quegli infausti eventi?
Non se n’è fatto più nulla perché lo spazio prima garantito al Comitato è stato misteriosamente e senza preavviso revocato. C’è da restare allibiti. Si spera, se non altro, in una nota chiarificatrice.

Alberto Mangano, fondatore del Comitato, affida alla bacheca del gruppo la sua amarezza. Ecco quanto scrive.

* * *

Mi dispiace dover scrivere queste due righe ma quello che é successo
oggi all’isola pedonale ha offeso me e chi come me si sta impegnando da
anni per la realizzazione del monumento alle vittime del 43.

Dovevamo avere un nostro stand nel mercatino natalizio per cercare di
recuperare ancora fondi da parte dei foggiani che sinora si sono
dimostrati molto generosi e soprattutto interessati alla nostra
proposta. Dopo aver speso soldi per allestire il nostro gazebo con
manifesti, documenti e novitá varie,
soldi che sono stati presi dalle tasche di ciascuno di noi e non dalla
cassa del comitato, abbiamo avuto la bella sospresa, dopo aver caricato
le nostre macchine con tutto il materiale occorrente, di non trovare lo
spazio che ci era stato promesso. Potremmo anche capire le ragioni di un
nostro defenestramento ma se queste ci fossero state spiegate almeno il
giorno prima senza essere trattati come abusivi che tentano di
ritagliarsi il proprio spazio in piazza.A questo punto non ci interessa
di chi siano le responsabilitá, ma essendo stati offesi nella nostra
dignitá di foggiani impegnati per il proprio territorio, riteniamo che
sia giunto probabilmente il momento di dire basta e di fare seriamente
un passo indietro, fieri di aver operato sino ad oggi per Foggia senza
voler legarci a nessuno e senza dover ricorrere ad amici o ad amici
degli amici.

Alberto Mangano – fondatore del Comitato
Facebook Comments