La Capitanata recupera nel Fondo per lo Sviluppo e la Coesione

Print Friendly, PDF & Email
Il porticciolo delle Isole Tremiti
Caro Geppe,
l’elenco dei
progetti proposti sul Fondo per lo
Sviluppo e la Coesione nel periodo di programmazione 2014-2020
, documenti
che oggi saranno sottoscritti nella giornata inaugurale dell’80a “Fiera del
Levante” di Bari, dal presidente del Consiglio Matteo Renzi e dal presidente
della Regione Puglia Michele Emiliano, presenta un conto ben diverso dalle
‘briciole’ di cui ci si è lamentati in questi giorni anche – ahimè – su ‘Lettere Meridiane’.
Il totale
degli interventi che riguardano la provincia di Foggia tocca quota 306 milioni
di euro, ai quali va aggiunta la quota parte dei 128,5 milioni previsti per i
lavori di ammodernamento, adeguamento alla Sez. C1 della Strada Statale 16
“Adriatica” e la messa in sicurezza del tratto Foggia-San Severo. Il totale a
quel punto supera certamente i 350 milioni di euro che sull’insieme dei fondi a
disposizione – che ammontano a 1.356,4
milioni di euro – corrisponde ad oltre il 25% del totale.
Chi ha ragione?
Cordialmente 
Maurizio De Tullio
* * *
Caro Maurizio,
gli interventi e le opere cui ti riferisci,
riguardando – appunto –  il Fondo per lo Sviluppo e la Coesione nel
periodo di programmazione 2014-2020
non fanno  parte dell’elenco compreso nel Patto per la
Puglia ma di un ulteriore pacchetto di opere che dovrebbe venire finanziato dal
Cipe attraverso il Fondo di cui parli. Il Patto per la Puglia prevede opere ed
interventi per 2 miliardi e 71 milioni, all’interno dei quali non figurano le
opere che hai citato.
Anche se converrà aspettare la
pubblicazione dei documenti ufficiali per tirare le somme, non credo che anche
gli interventi previsti nel FSC siano oggetto di sottoscrizione.
Per le infrastrutture, il Patto
per la Puglia prevede complessivamente risorse per 770 milioni di euro, 83 dei
quali (pari a poco più del 10 per cento) a favore di opere che verranno
realizzate in provincia di Foggia e precisamente: realizzazione piattaforma
ferroviaria integrata Incoronata (40 milioni), adeguamento strutturale degli
Ospedali Riuniti di Foggia (10 milioni), Messa in sicurezza e
infrastrutturazione viaria dei Monti Dauni (30 milioni), completamento opere
difesa porticciolo San Domino – Tremiti (2,5 milioni), ristrutturazione
immobili San Nicola – Tremiti (0,5 milioni).
Nell’elenco delle opere che
dovrebbero venire finanziate con il FSC la Capitanata sembra effettivamente
meglio rappresentata. Converrai che questo positivo risultato – vista la prima
stesura del Patto per la Puglia che vedeva la provincia di Foggia quasi del
tutto esclusa – si deve anche alla mobilitazione dell’opinione pubblica (più che
della classe dirigente) che si è giustamente lamentata. 
Un abbraccio 
Geppe Inserra

I due elenchi, nella versione pubblicata dalla
Gazzetta del Mezzogiorno, sono disponibili ai seguenti collegamenti:
Facebook Comments

Author: Geppe Inserra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *