Print Friendly, PDF & Email

Nel 1934, Giuseppe Ungaretti visitò Foggia ed altre località della Capitanata. Il posto che lo colpì maggiormente fu il Piano delle Fosse, a Foggia, cui dedicò intense pagine di prosa poetica. Potete leggerle nel video, accompagnate da foto d’epoca colorizzate con tecniche di intelligenza artificiale, e da un amaro raffronto con il presente. Quel posto incantato di cui il Poeta diceva “nessun luogo avrebbe più diritto d’esser dichiarato Monumento Nazionale” è oggi circondato dai palazzi, adibito a parcheggio, con tanta sporcizia e degrado.

Facebook Comments