L’enigmistica da ridere e le biofreddure di Madetù

Come promesso, ecco un’altra raffica di freddure e calembour di Madetù. Un po’ diverse dal solito. Le prime quasi… enigmistiche, le seconde che compendiano situazioni di vita, come sempre, tutte da ridere. Leggendarie quelle del triangolo e dell’uva di troia, che avrebbero conquistato la copertina di oggi, se non fosse stato per ragioni di… autocensura (una cosa è scriverle, altra cosa farle vedere…). 

Abbiamo quindi intitolato la prima serie Enigmistica da ridere, la seconda Biofreddure.

Buona lettura, e buon divertimento.

* * *

ENIGMISTICA DA RIDERE

COSA MANGIANO I CANGURI? 4 salti in padella

MORTADELLA DI BOLOGNA. Prodi

PANETTONE CHE SI DÀ AI BAMBINI PER INVITARLI A MANGIARE. Alé-magna

PROSCIUTTO DAL GUSTO ESPLOSIVO. Beretta

IL CAFFÈ DELLE LAVANDAIE. Lavazza

UVA DI TROIA. Vignetta con prostituta

LE MIGLIORI D’ITALIA. Farfalle emiliane

LATTE TIPICO DEI MONTI DAUNI. Accadì

BIOFREDDURE

L’IMPRENDITORE

Sono un piccolo imprenditore edile sfigato. Ho fatto solo le scuole elementari.

IL TRIANGOLO

Mi piacciono le avventure erotiche. Così ho provato un triangolo. Ma non mi è piaciuto. Era scomodo stare sempre a 90 gradi.

OCCUPAZIONI

Lavoro nell’edilizia. Ho una occupazione stabile ma non ho una casa. Ho dovuto fare una occupazione stabile.

CERCANDO SE STESSI

Sono alla ricerca delle mie origini. Ma è molto difficile. Non ricordo quale ero dei 100 milioni di spermatozoi.

POETI & VERSI

Sono un poeta confuso. Non c’è verso di rispondere per le rime.

INCISIONI

Da giovane ho inciso un disco. Ma era inascoltabile. Saltava sempre.

Facebook Comments

Autore: Maurizio De Tullio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *