Dante sul Gargano: un’insolita cartolina postale

Print Friendly, PDF & Email

Per celebrare il Dante Day, regaliamo ad amici e lettori di Lettere Meridiane una insolita e bella cartolina postale con cui, nel 1916, l’Unione dei Comitati Garganici di Assistenza Civile pei bisogni della guerra ricorse alla immagine del Sommo Poeta per sostenere le proprie attività.
L’immagine è suggestiva e mostra il mare adriatico che idealmente collega la Montagna dell’Angelo alle località più calde della Grande Guerra, come Venezia, Trieste, Zara e Pola.
Più difficile da interpretare il verso, tratto dal Canto XXXII del Purgatorio, uno dei più lunghi e complessi della Divina Commedia: “Vedi lei sotto la fronda nova sedere in su la sua radice”.
Secondo la maggior parte dei critici la donna seduta sotto l’albero sarebbe Beatrice, ma è possibile che la citazione sia riferita all’Italia.
Sul Gargano, i Comitati di Assistenza Civile furono particolarmente attivi, e la bella Cartolina Postale ne è una dimostrazione.
Per approfondire l’argomento, vi suggeriamo di leggere l’interessante articolo di Teresa Maria Rauzino «Il Gargano e la Grande Guerra, binomio saldo» sul blog Uriatinon, in cui viene data notizia della interessante ricerca condotta sul rapporto tra Gargano e Grande Guerra dallo studente Matteo Inglese dell’ Istituto superiore Mauro del Giudice di Rodi Garganico, premiato dalla Società di Storia Patria del Gargano, per aver ricostruito un’immagine non edulcorata del conflitto.
Come sempre, ricordiamo che l’immagine che illustra il post è solo una miniatura di quella ad alta risoluzione, che può essere scaricata esclusivamente dal canale whatsapp di Lettere Meridiane, cui potete iscrivervi cliccando qui.

Facebook Comments

Hits: 0

Author: Geppe Inserra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *