La piazza e le strade: a Foggia i conti non tornano

È un Madetù decisamente debordante, quello che si offre ad amici e lettori di Lettere Meridiane in questo week end di luglio: trentasette battute sono un autentico record, e rendono inevitabile spalmare la rubrica satirica in due giorni, oggi e domani.

Cominciamo oggi, con una serie di freddure in cui lo sguardo del nostro disegnatore satirico in versione solo testo si posa su argomenti prevalentemente locali. La copertina viene conquistata a buon diritto dalla battute sulle trattative per dare a Foggia una nuova società di calcio, dopo il fallimento di quella guidata dai fratelli Sannella. Pallone e strade come simboli di una città in declino.

Le battute dov’è indicato un copyright, non sono di Madetù, ma dell’autore di volta in volta indicato. Buona lettura, e buon divertimento.

*  *  *

FILIGRANE

Il Poligrafico di Foggia giudicato una vera eccellenza a livello mondiale. Presto al via la lavorazione di filigrane di alto valore.

Da Cerignola fanno sapere di voler aprire immediatamente una filiale.

SASSI

A Foggia fitta sassaiola contro poveri lavoratori di colore. Ma non parliamo come al solito di razzismo! Era solo una provocazione non contro i neri ma contro il lavoro nero.

FURTI IN SERIE

Cerignolani sempre più famosi per i furti in serie. Speriamo non li facciano anche in serie C.

INVESTIMENTI AL SUD

Bimbi uccisi o gravemente feriti, investiti da auto in corsa. Tanti casi in pochi giorni. L’ultimo, sabato sera a Cerignola.

Investire sull’infanzia al Sud è una necessità. Cambiamo metodi però.

LA PIAZZA E LE STRADE

Claudio Anellucci ha manifestato interesse a rilevare il titolo sportivo della squadra del Foggia. “Una piazza così – ha dichiarato il noto procuratore sportivo – merita una società all’altezza”.

Caro Anellucci. La piazza merita tanto. Sono le strade che fanno pena.

SCONTRI

Scontro frontale davanti al Comune di Foggia. Nessun morto per fortuna. Ma di questo passo le diatribe tra Landella e quelli della Lega non si sa come andranno a finire.

IL PREMIO DI PRODUZIONE

Il Comune di Foggia ha erogato le somme dovute per premio produzione obiettivi raggiunti. Tutti hanno raggiunto il proprio obiettivo. Migliorare l’amministrazione? No, incassare il premio. (Copyright ReAr)

DISTANZE

L’astronauta Luca Parmitano ha dichiarato di essere pronto a tornare nello spazio. Un modo forse troppo eccessivo per prendere le distanze da questo Governo.

VENTI & TRENTA

Venti di crisi tra Salvini e Di Maio.

Se aggiungono Trenta il Governo cade.

PLASTIC FREE

Da oggi la Camera dei Deputati è “plastic free”. Divieto d’ingresso per la Santanchè.

NOMI & COGNOMI

La Meloni ha dichiarato di aver iniziato la militanza politica nel nome di Borsellino. Peccato l’abbia proseguita coi cognomi di Berlusconi e Salvini.

SANTAL

Scafista decapita migrante sul barcone per un succo di frutta. La Santal schizza in borsa.

SALVINI, CAMILLERI E DE CRESCENZO

Due grandi meridionali scomparsi quasi insieme. Il cordoglio di Salvini per il siciliano Camilleri fu espresso con grande fatica. Col napoletano De Crescenzo non ce l’ha proprio fatta. Un tweet con scritto “Bacioni”.

Facebook Comments

Autore: Maurizio De Tullio

1 commento su “La piazza e le strade: a Foggia i conti non tornano

  1. Leggevo il commento di del Vecchio e forse ha ragione nel dire di aprire un po’ gli argomenti, ma come sempre le battute sono sempre ricercate e sempre puntuali, complimenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *