Foggia crocevia d’Europa, grazie alla “De Amicis – Pio XII”

Foggia si apre al mondo, anzi, diventa crocevia del mondo grazie alla scuola e all’Istituto Comprensivo “De Amicis – Pio XII” che a partire da domani, lunedì 25 marzo 2019, per tutta la settimana ospiterà il Meeting Transnazionale del Progetto Erasmus+ “I Have the power”.

All’iniziativa parteciperanno le delegazioni composte da docenti e ragazzi dei cinque paesi partner provenienti dai seguenti istituti: “Gazi Osman Paşa Ortaokulu” di Ankara Turchia (che è l’Istituto capofila), “Siauliu Ginkunu” di Ginkunai – Lituania, “Diaconu Coresi n° 2” di Braşov- Romania, “Vilela school” di Paredes – Portogallo, “Indira Gandhi” di Sofia – Bulgaria.

Il progetto biennale, che durerà fino al 2020, persegue due qualificati obiettivi: il confronto tra lingue, culture e sistemi scolastici diversi e lo scambio di idee, di buone pratiche e di metodologie didattiche rivolte all’ inclusione dei ragazzi con disabilità.

Cuore e filo conduttore del progetto è la musica, autentico cavallo di battaglia del “De Amicis-Pio XII”, scuola d’eccellenza del capoluogo dauno con una particolare vocazione per la formazione musicale, per la quale ha uno specifico indirizzo.

Questa scuola, due anni fa si è resa protagonista di una iniziativa straordinaria, realizzando quale saggio di fine anno la suite, composta dal docente (e noto musicista barese) Stefano Ottomano, “Il terrazzano”, con testi, poesie dialettali e video/immagini del poeta foggiano Bruno Caravella, proposta poi con grande successo al teatro comunale Giordano.

Ricchissimo il programma di attività del meeting messo a punto dall’Istituto, grazie all’impegno dei docenti e alla collaborazione con gli esperti dell’Università del Crocese di Foggia e orientato a far conoscere alle delegazioni ospiti le tradizioni musicali ma anche culinarie del capoluogo (si prevede, tra l’altro, un laboratorio della pasta fatta a mano).

Nel corso del Meeting ci saranno anche esibizioni musicali di gruppi di alunni guidati dai docenti di musica, del piccolo coro “White Children” della scuola primaria, dell’Orchestra “Evergreen”, del Gruppo folk della scuola e del “Coro tricolore”.

Gli ospiti inoltre avranno modo di conoscere non solo la città di Foggia ma anche il Parco avventura di Castellana Grotte, dove i ragazzi metteranno alla prova il loro coraggio e le loro abilità motorie, i trulli di Alberobello, le basiliche romaniche di Manfredonia, la fortezza sveva–angioina di Lucera ed il teatro Garibaldi, dove assisteranno ad una lezione concerto a cura degli “Amici della musica – Paisiello” e la classe di musica da camera del Conservatorio di Rodi Garganico nell’ambito della stagione concertistica Musicalis Daunia 2019 “Fatti ad Arte”.

Un bravo, di cuore, va rivolto alla docente coordinatrice, prof.ssa L. Coppola, ai docenti del gruppo di progetto proff. Travaglio, Ingelido, Florio, Colaianni, Favia, a tutti i docenti della scuola che stanno lavorando per la riuscita del Meeting, e soprattutto alle famiglie dei nostri alunni che accoglieranno i ragazzi ospiti per l’intera settimana.

L’iniziativa è sostenuta da alcuni sponsor: l’Associazione SERI –Formazione e Orientamento e il Manta Group.

La speranza – che con queste premesse diventerà sicuramente una positiva realtà – è trasmettere ai ragazzi la gioia di essere cittadini d’Europa così che ciascuno di loro faccia proprio il motto del progetto: ”I have the power”. Io ho il potere. Il potere di cambiare il mondo e di renderlo migliore.

Facebook Comments

Autore: Geppe Inserra

1 commento su “Foggia crocevia d’Europa, grazie alla “De Amicis – Pio XII”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *