Print Friendly, PDF & Email

 

La puntata di oggi di Memorie Meridiane, la rubrica del nostro blog dedicata ai gadget digitali del nostro passato, offre in regalo ad amici e lettori un’autentica chicca: la più antica guida turistica della Capitanata (trovate il link per scaricarla alla fine dell’articolo).

Negli anni Trenta del secolo scorso, la pubblicistica turistica sulla e della provincia di Foggia era ancora a livello embrionale. C’erano state pubblicazioni importanti, come i due volumi della collana Italia artistica (Il Gargano di Antonio Beltramelli, uscito nel 1907, e Foggia e la Capitanata di Romolo Caggese, pubblicato tre anni più tardi), una guida della Capitanata di Michele Vocino, pubblicata nel 1925 da Alinari, e, prima ancora, i fascicoli del supplemento del Secolo, Le Cento Città d’Italia, dedicati a Foggia, Lucera e alla Capitanata. Mancava, però, una pubblicazione che mettesse in vetrina la Capitanata dal punto di vista eminentemente turistico. Sotto questo profilo, il doppio numero che Ospitalità Italiana dedicò alla provincia di Foggia, nell’autunno del 1933, può essere ritenuto la prima guida turistica della Capitanata. E non solo.
Prima di allora, della terra dauna avevano scritto per lo più viaggiatori o autori non locali, mentre nel fascicolo pubblicato dalla “rassegna di propaganda” dell’ente L’ospitalità italiana, scrivono studiosi, docenti, giornalisti e storici del territorio.
A promuovere e coordinare l’iniziativa fu Esther Loiodice, docente, scrittrice, etnologa. “Se per il turismo non si deve intendere solo il leggero vagabondare per soddisfare ed allertare l’occhio e lo spirito – e il corpo anche – con la semplice visione di un panorama più o meno seducente ed affascinante dei monti o dei mari, delle pianure o delle convalli, dei fiumi e delle cascate o dei monumenti, ma il girare, con cognizione per conoscere, apprezzare, propagandare ed amare ogni angolo della propria nazione, specialmente, per meglio sentire la Patria ed amarla, la Capitanata mi pare ben degna di presentazione”, scrive Loiodice nella presentazione.
La guida paga dazio alle necessità propagandistiche del regime fascista, ma va detto che tra gli autori figurano fior di intellettuali che erano tutt’altro che fascisti, come Oronzo Marangelli o Giambattista Gifuni, verosimile autore dell’articolo su Lucera, firmato con le sole iniziali. Pur con i limiti imposti dalla sintassi della propaganda, il tentativo di raccontare la Capitanata dal di dentro, svelando potenzialità, peculiarità e aspetti meno noti ai possibili visitatori, può dirsi bel riuscito.
“Essa – si legge ancora nella presentazione – ha le sue bellezze naturali ed artistiche e i monumenti grandiosi, che parlano di un passato millenariamente suggestivo ed interessante, anch’essa è capace di dare brividi e piaceri, allettamenti e godimenti estetici ma con questa parte, che diremo essenzialmente estetica essa presenta al visitatore espressioni di turismo agrario sane, inconfondibili, nuove e qualche volta, uniche in Italia, essendo essa l’eminente centro rurale che dà pane alla gran massa italiana. Non più la triste, sonnolenta e sitibonda Capitanata che le fantasie poco sane del passato descrissero, per chissà quale strano sentimento, confondendola con qualche altra zona, si presenterà all’occhio del turista, avido di visioni, di luci, d’impressioni e di emozioni, ma la giovane pupilla della Puglia, fresca di acque salutari, onusta di grani, rigurgitante di opere e di azioni, fervida di volontà, bella di giardini e di monumenti, greve di storia.”

Sfogliate e leggete con attenzione il prezioso fascicolo, che reca in copertina una bella immagine serale della Chiesa delle Croci. Le numerose fotografie sono una deliziosa scoperta. Per accompagnare gli articoli con immagini, l’intero territorio provinciale fu letteralmente passato al setaccio. Il corpus di quella ricerca coincide in pratica con la Collezione Loiodice, oggi custodita dalla Biblioteca Provinciale, che raccoglie gli scatti che non vennero utilizzati ai fini della pubblicazione.

Nella foto sotto il ricco sommario della guida. Sotto trovate il collegamento per scaricarla.

OSPITALITÀ ITALIANA – NUMERO ILLUSTRANTE FOGGIA E LA CAPITANATA (cliccare sul link per il download)

LE PUNTATE PRECEDENTI DI MEMORIE MERIDIANE

 

Facebook Comments