Più trasparenza, più partecipazione per Foggia

Print Friendly, PDF & Email

La situazione che sta vivendo Foggia è drammatica. Privata delle istituzioni democratiche di governo della città dal decreto di scioglimento del Consiglio Comunale, ha urgente, inderogabile bisogno di trasparenza e di partecipazione. Vere, e non solo sui social.
Mai, come in questi mesi, il distacco tra la comunità civile e lo Stato è stato così profondo. Vale la pena di ricordare che in questi mesi lo Stato si identifica con il Comune e viceversa: decidendo di sciogliere il consiglio comunale per il sospetto (fondato) di infiltrazioni mafiose nel governo della cosa pubblica, lo Stato ha deciso di assumersi direttamente la funzione amministrativa comunale. Dovrebbe, dunque, “metterci la faccia”.
Va detto che la responsabilità del distacco non è tutta da addebitare ai commissari. Il governo ha sciolto le istituzioni comunali, ma non i partiti, la società civile, ecc.ecc.
Che fine hanno fatto le forze politiche che erano rappresentate in consiglio comunale? Silenzio. Come se la cosa non li riguardasse. Come se la loro funzione sia soltanto proporre candidature e sostenere campagne elettorali.
Per fortuna, ci sono lodevoli eccezioni, che cito in ordine sparso: Sinistra Italiana, Libera, Parcocittà, il coraggioso gruppo giovanile Ottavia.
Qualche giorno fa si è svolto un primo incontro tra la commissione e i partiti. Quelli “ufficiali” (più precisamente, quelli che sedevano nell’assise municipale sciolta) non hanno avvertito la necessità di pubblicare comunicati o documenti sull’accaduto.
Trovo quindi molto opportuna l’iniziativa di Mario Nobile e Regina Barile (Sinistra Italiana) che hanno diffuso sul social un lungo e dettagliato resoconto dei lavori. Un bel lavoro che ha ha richiesto impegno e rigore. La trasparenza e la partecipazione si nutrono di informazione.
Il documento di Nobile e Barile, che potete leggere di seguito, è un’utile base di riflessione e discussione, tanto più che, come pressantemente richiesto proprio dai due esponenti di Sinistra Italiana e come si legge nell’incipit del documento stesso, nei prossimi giorni dovrebbe essere convocato un altro incontro con Terzo settore, associazioni e sindacati.
Leggete, commentate, dite la vostra. (g.i.)
🎯 𝗗𝗜𝗔𝗟𝗢𝗚𝗢 𝗧𝗥𝗔 𝗟𝗔 𝗖𝗜𝗧𝗧𝗔’ 𝗘 𝗟𝗔 𝗖𝗢𝗠𝗠𝗜𝗦𝗦𝗜𝗢𝗡𝗘 𝗦𝗧𝗥𝗔𝗢𝗥𝗗𝗜𝗡𝗔𝗥𝗜𝗔
𝗜𝗻𝗰𝗼𝗻𝘁𝗿𝗼 𝗰𝗼𝗻 𝗧𝗲𝗿𝘇𝗼 𝘀𝗲𝘁𝘁𝗼𝗿𝗲 𝗲𝗱 𝗮𝘀𝘀𝗼𝗰𝗶𝗮𝘇𝗶𝗼𝗻𝗶 𝘀𝗶𝗻𝗱𝗮𝗰𝗮𝗹𝗶, 𝗱𝗮𝘁𝗼𝗿𝗶𝗮𝗹𝗶 𝗲 𝗱𝗶 𝗰𝗮𝘁𝗲𝗴𝗼𝗿𝗶𝗮
La Commissaria Magno a nome della Commissione Straordinaria ha dichiarato ufficialmente che organizzerà un incontro con le associazioni del territorio maggiormente rappresentative con la possibilità di inviare un documento con cui istruire la discussione e porre le questioni/proposta più importanti su cui chiedere risposte e confronto.
🤝 𝗣𝗢𝗟𝗜𝗧𝗜𝗖𝗛𝗘 𝗦𝗢𝗖𝗜𝗔𝗟𝗜 𝗘 𝗔𝗕𝗜𝗧𝗔𝗥𝗘
𝗪𝗲𝗹𝗳𝗮𝗿𝗲 𝗺𝘂𝗻𝗶𝗰𝗶𝗽𝗮𝗹𝗲
Questo è il tema su cui, purtroppo, la Commissione è stata più evasiva, sostenendo di avere la possibilità di approvare il Piano Sociale di Zona solo a seguito dell’approvazione del Piano Regionale delle Politiche regionali che tarda ad arrivare, ma che pare essere in dirittura d’arrivo; su questo punto è stato riferito che ci sarà un’attività di concertazione con i soggetti del Terzo settore operanti in questo ambito. Non sono state fornite informazioni sulla proposta di individuazione di un dormitorio maschile ed uno femminile e sul Piano freddo per i senza fissa dimora durante la stagione invernale.
🏠 𝗣𝗼𝗹𝗶𝘁𝗶𝗰𝗵𝗲 𝗮𝗯𝗶𝘁𝗮𝘁𝗶𝘃𝗲
Corposo il capitolo relativo alle politiche abitative su cui la Commissione ha confermato l’esistenza di un Accordo di programma con ARCA Capitanata e Regione Puglia finalizzato a gestire l’emergenza abitativa e riqualificare le aree pubbliche da destinare a spazi sociali. Ancora la Commissione ha specificato di aver proceduto all’approvazione di una graduatoria per all’assegnazione di 45 alloggi di edilizia residenziale pubblica ridefinendo completamente la graduatoria degli idonei, che come noto era stata oggetto di indagini sui legami tra alcuni precedenti amministratori e malavita organizzata, evidenziando, però, un aspetto molto inquietante su cui noi intendiamo andare a fondo: alcuni soggetti idonei hanno rinunciato all’assegnazione della casa. La circostanza è davvero incredibile e bisognerà accertare se questa scelta sia stata davvero libera o frutto di pressioni da parte dei medesimi soggetti che negli anni precedenti hanno “co-gestito” questo delicatissimo settore. In ultimo è stata annunciata la candidatura, in collaborazione con ARCA Capitanata, di un intervento di recupero per una somma totale di € 2 milioni e 108 mila da destinare agli immobili di via Parini attualmente molto degradati.
🏢 𝗢𝗽𝗲𝗿𝗮 𝗣𝗶𝗮 𝗦𝗰𝗶𝗹𝗹𝗶𝘁𝗮𝗻𝗶
La Commissione ha interrotto il pagamento da parte del Comune di Foggia delle pigioni corrisposte per anni all’Opera Pia Scillitani per l’ospitalità fornita con “modalità eufemisticamente non conformi a quelle che erano le formalità previste” di alcune persone e per questo la Fondazione ha deciso di liberare gli spazi (non è stato chiarito per farne cosa).
🧑‍💼 𝗔𝘀𝘀𝘂𝗻𝘇𝗶𝗼𝗻𝗶 𝗲𝗱 𝗼𝗿𝗴𝗮𝗻𝗶𝗰𝗼 𝗰𝗼𝗺𝘂𝗻𝗮𝗹𝗲
Dall’insediamento della Commissione sono stati assunti 12 agenti della Polizia Locale, 44 amministrativi (con scorrimento graduatorie anche da altri Comuni) e 1 Dirigente e saranno assunti altri 3 dirigenti (certamente uno in Area Tecnica ed uno come Avvocati del Comune per imminente pensionamento di dei legali attuali) e 17 Assistenti sociali nel 2022 (ad oggi ne abbiamo solo 2). Non è stata concessa la proroga alle assistenti sociali perché erano necessario assumere con procedure più corrette e perché il Ministero non obbligava a prorogare.
🧱 𝗚𝗘𝗦𝗧𝗜𝗢𝗡𝗘 𝗜𝗠𝗠𝗢𝗕𝗜𝗟𝗜 𝗖𝗢𝗠𝗨𝗡𝗔𝗟𝗜
𝗕𝗲𝗻𝗶 𝗰𝗼𝗻𝗳𝗶𝘀𝗰𝗮𝘁𝗶 𝗮𝗹𝗹𝗲 𝗺𝗮𝗳𝗶𝗲
Purtroppo la risposta della Commissione non è stata molto esaustiva in ordine ai beni confiscati alle mafie siti nel territorio del Comune di Foggia, visto che l’unico bene cui si è fatto cenno è quello relativo confiscato al Clan Moretti in località Pietrafitta che è stato candidato per un finanziamento regionale i cui fondi sono purtroppo terminati ed è stato nuovamente candidato con la stessa progettualità (civile abitazione da destinare a richiedenti alloggi popolari) per un finanziamento statale. Restano forti perplessità circa l’ubicazione di un alloggio popolare in una zona completamente sconnessa dai servizi cittadini e sita in una zona sub-urbana collegata solo con un bus ATAF.
Con ARCA saranno programmati non meglio specificati interventi di “antimafia sociale” in zona Parco San Felice.
🏟️ 𝗜𝗺𝗽𝗶𝗮𝗻𝘁𝗶 𝘀𝗽𝗼𝗿𝘁𝗶𝘃𝗶 𝗲 𝗹𝗼𝗰𝗮𝗹𝗶
La Commissione ha constatato la totale assenza di una regolamentazione per l’assegnazione degli immobili di proprietà del Comune di Foggia che, quindi, in passato sono stati assegnati “a sentimento”.
In prima battuta è stato approvato un primo nuovo Regolamento per gli impianti sportivi. In questi immobili è compreso anche lo Stadio “P. Zaccheria” ridotto in una situazione disastrosa, con capienze autorizzate negli scorsi anni assolutamente irregolari e pericolose ed i cui locali (posti sotto alcuni settori) sono stati assegnati sempre agli stessi soggetti senza una regolare procedura con proroghe illimitate (20-25 anni) pur non essendo regolari dal punto di vista della sicurezza. L’obiettivo è ovviamente quello di metterli a norma ed assegnarli nuovamente con una procedura ad evidenza pubblica.
Per gli immobili non sportivi, è quasi pronto il nuovo Regolamento per la loro gestione ed assegnazione che sarà effettuata con manifestazioni di interesse.
💶 𝗣𝗜𝗔𝗡𝗢 𝗡𝗔𝗭𝗜𝗢𝗡𝗔𝗟𝗘 𝗗𝗜 𝗥𝗜𝗟𝗔𝗡𝗖𝗜𝗢 𝗘 𝗥𝗘𝗦𝗜𝗟𝗜𝗘𝗡𝗭𝗔
𝗟𝗶𝗻𝗲𝗲 𝗱𝗶 𝗶𝗻𝘁𝗲𝗿𝘃𝗲𝗻𝘁𝗼 𝗰𝗼𝗻 𝗽𝗿𝗼𝗴𝗲𝘁𝘁𝗶 𝗴𝗶𝗮̀ 𝗳𝗶𝗻𝗮𝗻𝘇𝗶𝗮𝘁𝗶
𝟭) Recupero canile e rifugio sanitario mentre nel breve periodo ci sarà una gara per la gestione del prossimo triennio. Purtroppo altre precedenti gare sono andate deserte;
𝟮) Recupero dell’ex Circoscrizione CEP in Piazza Giovanni XXIII;
𝟯) Mercato dei fiori (Cimitero);
𝟰) Rione Martucci prevedendo implementazione di impianti sportivi e culturali;
𝟱) Stadio Comunale “P. Zaccheria”;
𝟲) Ex Circoscrizione CEP in Piazza Giovanni XXIII.
A questi vanno sommati i 15 milioni di euro già previsti dal PINQuA per il completo rifacimento di Borgo Croci ed i lavori che a giorni andranno in affidamento i lavori per la scuola Bovio.
𝗠𝗢𝗕𝗜𝗟𝗜𝗧𝗔’, 𝗜𝗦𝗧𝗥𝗨𝗭𝗜𝗢𝗡𝗘 𝗘 𝗔𝗠𝗕𝗜𝗘𝗡𝗧𝗘
🚲 𝗠𝗼𝗯𝗶𝗹𝗶𝘁𝗮̀ 𝗲 𝗺𝗼𝗯𝗶𝗹𝗶𝘁𝗮̀ 𝘀𝗼𝘀𝘁𝗲𝗻𝗶𝗯𝗶𝗹𝗲
Nessun dietrofront sulla nuova regolamentazione delle soste a pagamento. Stanziamento regionale di 5 milioni di euro per rifacimento manto stradale delle aree più disastrate. E’ obiettivo della Commissione completare la Ciclovia urbana con l’installazione di due ciclostazione, ma non è stata data alcuna risposta sulla Velostazione mai aperta nei locali del Nodo Intermodale né sul Piano di Mobilità Sostenibile approvato dalla precedente amministrazione.
🏫 𝗔𝘀𝗶𝗹𝗼 𝗲 𝘀𝗰𝘂𝗼𝗹𝗲 𝗱𝗲𝗹𝗹’𝗶𝗻𝗳𝗮𝗻𝘇𝗶𝗮 𝗰𝗼𝗺𝘂𝗻𝗮𝗹𝗶
Continua la chiusura totale su questo tema con la conferma della delibera di fine dicembre 2021 e la chiusura delle scuole comunali; unica buona notizia: il risparmio ottenuto sarà investito in materia di istruzione, nello specifico per migliorare il trasporto scolastico attualmente estremamente carente.
🌲 𝗔𝗺𝗯𝗶𝗲𝗻𝘁𝗲 𝗲 𝗔𝗠𝗜𝗨
Molto povere le argomentazioni offerte su un tema centrale come quello delle politiche ambientali, senza alcun riferimento concreto al Piano regionale di Gestione dei Rifiuti che impone un importante aumento della quota di rifiuti differenziati entro il 2025, né sul recente Patto dei Sindaci per Clima ed Energia.
Si è fatto cenno al fatto che il Comune di Foggia è azionista al 27%-28% di AMIU e che è stato stipulato un nuovo contratto di servizio con la preziosa collaborazione del CONAI (Consorzio nazionale imballaggi).
🌱 𝗣𝗮𝗿𝗰𝗼 𝗖𝗮𝗺𝗽𝗶 𝗗𝗶𝗼𝗺𝗲𝗱𝗲𝗶
I lavori sono ancora al 50% e che in questo momento sono stati parzialmente sospesi per un intervento della Soprintendenza per scavi archeologici intercettati nell’ambito di lavori. Sono in corso gli allacci idrici ed elettrici. La Soprintendenza dovrà inoltre approvate una perizia di assestamento. La questione sarà oggetto di confronto nel costituendo tavolo di confronto tra comune di Foggia e Soprintendenza.
𝗟𝗔𝗩𝗢𝗥𝗜 𝗦𝗧𝗥𝗨𝗧𝗧𝗨𝗥𝗔𝗟𝗜 𝗘 𝗠𝗔𝗡𝗨𝗧𝗘𝗡𝗭𝗜𝗢𝗡𝗘
🏛️ 𝗩𝗶𝗹𝗹𝗮 𝗰𝗼𝗺𝘂𝗻𝗮𝗹𝗲
Sta per essere presentata un’altra progettualità per il rifacimento di parte della Villa comunale i cui fondi saranno sempre attinti dal PNRR. La questione sarà oggetto di confronto del costituendo Tavolo di confronto tra comune di Foggia e Soprintendenza.
🏗️ 𝗢𝗿𝗯𝗶𝘁𝗮𝗹𝗲
Per gli stessi motivi di cui al precedente punto sono altresì stati sospesi sempre dalla Soprintendenza i lavori per l’Orbitale. La questione sarà oggetto di confronto del costituendo Tavolo di confronto tra comune di Foggia e Soprintendenza.
🚅 𝗤𝘂𝗮𝗿𝘁𝗶𝗲𝗿𝗲 𝗙𝗲𝗿𝗿𝗼𝘃𝗶𝗮
Sono in via di assegnazione dei fondi di un progetto finanziato da Cassa Depositi e Prestiti per una non meglio specificata rigenerazione del Quartiere ferrovia.
💡𝗣𝘂𝗯𝗯𝗹𝗶𝗰𝗮 𝗜𝗹𝗹𝘂𝗺𝗶𝗻𝗮𝘇𝗶𝗼𝗻𝗲
Si è concluso positivamente per il Comune di Foggia con una sentenza del Consiglio di Stato un contenzioso con un’azienda operante nel settore per cui ora l’ente è libero di poter bandire una nuova gara, con tempi che dovrebbero essere più celeri anche grazie alla CONSIP (Centrale acquisti della pubblica amministrazione italiana) ed entro pochi mesi iniziare i lavori.
📹𝗩𝗶𝗱𝗲𝗼𝘀𝗼𝗿𝘃𝗲𝗴𝗹𝗶𝗮𝗻𝘇𝗮
Il Comune dopo una difficile ricognizione è venuto a capo della intricata situazione degli impianti di videosorveglianza di cui non si conosceva nemmeno il numero esatto (sono state numerato 500 videocamere cui sommano quelle poste nelle vicinanze di immobili di proprietà del Ministero della Difesa e degli Interni). E’ stato richiesto un finanziamento al Ministero degli Interni pari a 300 mila euro (il Comune partecipa con 2/3). E’ stata inoltre bandita una gara per la manutenzione e l’estrapolazione delle immagini dalle telecamere. Sarà finanziato un progetto per il contrasto allo spaccio di droga per mettere in connessione le telecamere della Polizia Locale con quelle delle forze dell’ordine.
🚦 𝗜𝗺𝗽𝗶𝗮𝗻𝘁𝗶 𝘀𝗲𝗺𝗮𝗳𝗼𝗿𝗶𝗰𝗶
Bandita e conclusa una gara, da gennaio la ditta vincitrice sta lavorando alla manutenzione dei semafori.

Facebook Comments

Hits: 0

Author: Geppe Inserra

1 thought on “Più trasparenza, più partecipazione per Foggia

  1. La situazione di Foggia è gravissima. Siamo in un momento di stasi profonda. Quello che preoccupa di più è pensare che qualsiasi suggerimento a migliorare la situazione possa nascondere interessi di parte. Condivido che bisogna avvicinare la città ai cittadini e senza questa fiducia sarà molto difficile venirne fuori. Le stesse elezioni che si avranno non saranno la panacea dei problemi, perché ci saranno tentativi forti di riciclaggio politico, quindi lo sforzo più grande dovrà essere proprio questo: guadagnare la fiducia della città.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.